Progetto Life+ Promise
promise
Progetto Life+ Promise

Il progetto Promise (PROduct Main Impacts Sustainability through Eco-communication - Sostenibilità dei principali impatti dei prodotti attraverso l'eco-comunicazione) è finanziato dalla Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea nell'ambito del Programma Life Plus 2008 - Informazione e Comunicazione.
I partner del progetto sono Regione Liguria (capofila), Regione Lazio, ANCC COOP, ERVET Emilia Romagna e Confindustria Liguria.

Iniziato a gennaio 2010, ha una durata di 30 mesi (fino a giugno 2012) e si propone di definire e attuare strategie di comunicazione che consentano di aumentare la consapevolezza dei diversi attori in grado di ridurre gli impatti ambientali connessi ai prodotti: dalla fase di produzione, alle modalità di distribuzione, all'utilizzo.
In particolare, il progetto si concentra sugli impatti generati dai prodotti di largo consumo di tipo domestico come detersivi, abiti, elettrodomestici e dai prodotti agroalimentari. I principali effetti si riscontrano nella produzione di rifiuti (soprattutto imballaggi), consumo di acqua ed energia, contributo al cambiamento climatico. Promise si propone di coinvolgere i soggetti in grado di agire su tutte e tre queste tipologie di impatti ambientali: enti locali, produttori, distributori, associazioni ambientaliste e di consumatori, consorzi di filiera.

L'obiettivo principale del progetto è in linea con la Strategia europea per lo sviluppo sostenibile (2006) che ha posto particolare enfasi al tema della Produzione e Consumo Sostenibili (PCS) e il Piano di azione europeo su produzione e consumo sostenibili e politica industriale sostenibile (COM 2008/397) che ha individuato una serie di strumenti necessari all'incremento della produzione e dell'uso di prodotti verdi, sottolineando il ruolo chiave dei distributori nell'indirizzare le scelte dei consumatori e la necessità di rendere più informati e attenti i consumatori sugli impatti ambientali collegati al consumo dei prodotti.

Le principali azioni del progetto sono le seguenti:

  • svolgimento di un'indagine conoscitiva mirata alla definizione del livello di consapevolezza del consumatore e di altri soggetti interessati (enti pubblici, produttori, distributori), attraverso un indagine campionaria volta ad approfondire la conoscenza e la sensibilità dei diversi target nei confronti degli impatti ambientali legati alle categorie prescelte di prodotti. (Conclusa)
  • elaborazione di un piano di comunicazione per il PCS, sulla base degli esiti dell'indagine conoscitiva, sempre rivolta ai quattro target: produttori, distributori, consumatori ed enti locali. (In corso)
  • attuazione di strategie settoriali per la promozione del PCS attraverso i soggetti interessati dalle azioni di comunicazione della fase 2 che potranno farsi attuatori di misure di comunicazione. Gli strumenti di comunicazione saranno differenziati a seconda del target di destinazione: volantini, brochure, incontri di formazione, messaggi tramite mass media, sito web, ecc. (Gennaio - dicembre 2011)
  • monitoraggio dell'efficacia del piano di comunicazione attraverso una replica dell'indagine conoscitiva a valle dell'attuazione del piano di comunicazione e, sulla base dei risultati, definizione di un modello di Piano nazionale di comunicazione per il PCS (analisi SWOT e analisi di fattibilità). (Gennaio - giugno 2012)
  • comunicazione e disseminazione dei risultati del progetto Attivazione di strumenti per la comunicazione dei risultati del progetto, in itinere e al termine delle attività: sito web, convegni, newsletter, etc. Attivazione di Open Group per il coinvolgimento di soggetti che non risiedono nelle regioni coinvolte direttamente dalla partnership di progetto. (Per tutta la durata del progetto)

Tutto il materiale prodotto è disponibile sul sito di progetto www.lifepromise.it

Progetto Life+ Promise
promise
Progetto Life+ Promise

Il progetto Promise (PROduct Main Impacts Sustainability through Eco-communication - Sostenibilità dei principali impatti dei prodotti attraverso l'eco-comunicazione) è finanziato dalla Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea nell'ambito del Programma Life Plus 2008 - Informazione e Comunicazione.
I partner del progetto sono Regione Liguria (capofila), Regione Lazio, ANCC COOP, ERVET Emilia Romagna e Confindustria Liguria.

Iniziato a gennaio 2010, ha una durata di 30 mesi (fino a giugno 2012) e si propone di definire e attuare strategie di comunicazione che consentano di aumentare la consapevolezza dei diversi attori in grado di ridurre gli impatti ambientali connessi ai prodotti: dalla fase di produzione, alle modalità di distribuzione, all'utilizzo.
In particolare, il progetto si concentra sugli impatti generati dai prodotti di largo consumo di tipo domestico come detersivi, abiti, elettrodomestici e dai prodotti agroalimentari. I principali effetti si riscontrano nella produzione di rifiuti (soprattutto imballaggi), consumo di acqua ed energia, contributo al cambiamento climatico. Promise si propone di coinvolgere i soggetti in grado di agire su tutte e tre queste tipologie di impatti ambientali: enti locali, produttori, distributori, associazioni ambientaliste e di consumatori, consorzi di filiera.

L'obiettivo principale del progetto è in linea con la Strategia europea per lo sviluppo sostenibile (2006) che ha posto particolare enfasi al tema della Produzione e Consumo Sostenibili (PCS) e il Piano di azione europeo su produzione e consumo sostenibili e politica industriale sostenibile (COM 2008/397) che ha individuato una serie di strumenti necessari all'incremento della produzione e dell'uso di prodotti verdi, sottolineando il ruolo chiave dei distributori nell'indirizzare le scelte dei consumatori e la necessità di rendere più informati e attenti i consumatori sugli impatti ambientali collegati al consumo dei prodotti.

Le principali azioni del progetto sono le seguenti:

  • svolgimento di un'indagine conoscitiva mirata alla definizione del livello di consapevolezza del consumatore e di altri soggetti interessati (enti pubblici, produttori, distributori), attraverso un indagine campionaria volta ad approfondire la conoscenza e la sensibilità dei diversi target nei confronti degli impatti ambientali legati alle categorie prescelte di prodotti. (Conclusa)
  • elaborazione di un piano di comunicazione per il PCS, sulla base degli esiti dell'indagine conoscitiva, sempre rivolta ai quattro target: produttori, distributori, consumatori ed enti locali. (In corso)
  • attuazione di strategie settoriali per la promozione del PCS attraverso i soggetti interessati dalle azioni di comunicazione della fase 2 che potranno farsi attuatori di misure di comunicazione. Gli strumenti di comunicazione saranno differenziati a seconda del target di destinazione: volantini, brochure, incontri di formazione, messaggi tramite mass media, sito web, ecc. (Gennaio - dicembre 2011)
  • monitoraggio dell'efficacia del piano di comunicazione attraverso una replica dell'indagine conoscitiva a valle dell'attuazione del piano di comunicazione e, sulla base dei risultati, definizione di un modello di Piano nazionale di comunicazione per il PCS (analisi SWOT e analisi di fattibilità). (Gennaio - giugno 2012)
  • comunicazione e disseminazione dei risultati del progetto Attivazione di strumenti per la comunicazione dei risultati del progetto, in itinere e al termine delle attività: sito web, convegni, newsletter, etc. Attivazione di Open Group per il coinvolgimento di soggetti che non risiedono nelle regioni coinvolte direttamente dalla partnership di progetto. (Per tutta la durata del progetto)

Tutto il materiale prodotto è disponibile sul sito di progetto www.lifepromise.it

copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits