Protocollo attività produttive della Liguria
Protocollo attività produttive

La Regione avvertiva da tempo la necessità, peraltro già richiamata nei propri indirizzi di programmazione economico-finanziaria, di attivare nuovi strumenti di scambio e confronto sui temi della sostenibilità con i soggetti che operano sul territorio e possono apportare contributi fondamentali nel perseguimento degli obiettivi regionali di tutela ambientale, di miglior qualità della vita e di maggiore competitività e attrattività dei sistemi locali.
In particolare si riscontrava l'esigenza di operare per l'integrazione della componente ambientale nel settore delle attività imprenditoriali, produttive e di servizio, cioè in quei settori che condizionano la crescita economica e nei quali è molto forte il bisogno di chiarire le competenze dei vari attori nell'ambito delle diverse e complesse normative ambientali.

Pertanto, secondo gli obiettivi strategici regionali, è stato stipulato un apposito protocollo d'intesa (approvato con dgr n.1068 del 11 ottobre 2006) tra Regione Liguria, Enti locali e varie associazioni di categoria regionali che hanno dato da subito la propria disponibilità (Confindustria, CNA, Confartigianato, Confagricoltura, Confederazione Italiana Agricoltori, Coldiretti, Confesercenti, Confcommercio).
Il protocollo di intesa vuole in particolare essere uno strumento finalizzato a:

  • sensibilizzare le imprese sulle tematiche inerenti il consumo di risorse, la produzione di rifiuti e la prevenzione di tutte le forme di inquinamento
  • favorire interpretazione, armonizzazione e semplificazione degli adempimenti ambientali previsti della normativa vigente
  • realizzare azioni concertate finalizzate alla riduzione della produzione di rifiuti e delle emissioni.

Lo scopo è quello di avviare un confronto con i soggetti interessati attraverso l'attivazione di un apposito tavolo di pilotaggio con compiti di indirizzo, approfondimento e ricerca di soluzioni condivise in merito a temi specifici e problematiche concrete: saranno via via individuati specifici ambiti di collaborazione, oltre a quelli già definiti nella fase di stesura del protocollo, e attivati strumenti per la concertazione permanente sulle principali tematiche ambientali, la conoscenza dei reciproci problemi in materia, l'individuazione di soluzioni operative per la promozione di iniziative e attività volte allo sviluppo sostenibile.
È necessario sottolineare come questa iniziativa si pone entro la cornice di indirizzi che la Comunità Europea pone alla base di uno sviluppo economico sostenibile, in particolare di quello stimolo verso una ricerca di confronto, coinvolgimento continuo e partenariato con le imprese e con le organizzazioni che le rappresentano, con le parti sociali, i consumatori e i cittadini in genere.

Protocollo attività produttive della Liguria
Protocollo attività produttive

La Regione avvertiva da tempo la necessità, peraltro già richiamata nei propri indirizzi di programmazione economico-finanziaria, di attivare nuovi strumenti di scambio e confronto sui temi della sostenibilità con i soggetti che operano sul territorio e possono apportare contributi fondamentali nel perseguimento degli obiettivi regionali di tutela ambientale, di miglior qualità della vita e di maggiore competitività e attrattività dei sistemi locali.
In particolare si riscontrava l'esigenza di operare per l'integrazione della componente ambientale nel settore delle attività imprenditoriali, produttive e di servizio, cioè in quei settori che condizionano la crescita economica e nei quali è molto forte il bisogno di chiarire le competenze dei vari attori nell'ambito delle diverse e complesse normative ambientali.

Pertanto, secondo gli obiettivi strategici regionali, è stato stipulato un apposito protocollo d'intesa (approvato con dgr n.1068 del 11 ottobre 2006) tra Regione Liguria, Enti locali e varie associazioni di categoria regionali che hanno dato da subito la propria disponibilità (Confindustria, CNA, Confartigianato, Confagricoltura, Confederazione Italiana Agricoltori, Coldiretti, Confesercenti, Confcommercio).
Il protocollo di intesa vuole in particolare essere uno strumento finalizzato a:

  • sensibilizzare le imprese sulle tematiche inerenti il consumo di risorse, la produzione di rifiuti e la prevenzione di tutte le forme di inquinamento
  • favorire interpretazione, armonizzazione e semplificazione degli adempimenti ambientali previsti della normativa vigente
  • realizzare azioni concertate finalizzate alla riduzione della produzione di rifiuti e delle emissioni.

Lo scopo è quello di avviare un confronto con i soggetti interessati attraverso l'attivazione di un apposito tavolo di pilotaggio con compiti di indirizzo, approfondimento e ricerca di soluzioni condivise in merito a temi specifici e problematiche concrete: saranno via via individuati specifici ambiti di collaborazione, oltre a quelli già definiti nella fase di stesura del protocollo, e attivati strumenti per la concertazione permanente sulle principali tematiche ambientali, la conoscenza dei reciproci problemi in materia, l'individuazione di soluzioni operative per la promozione di iniziative e attività volte allo sviluppo sostenibile.
È necessario sottolineare come questa iniziativa si pone entro la cornice di indirizzi che la Comunità Europea pone alla base di uno sviluppo economico sostenibile, in particolare di quello stimolo verso una ricerca di confronto, coinvolgimento continuo e partenariato con le imprese e con le organizzazioni che le rappresentano, con le parti sociali, i consumatori e i cittadini in genere.

Allegati
  • Protocollo d'intesa tra Regione Liguria, Enti Locali, e associazioni di categoria per avvio di un tavolo di lavoro sulle tematiche relative alla sostenibilità nel settore delle attività imprenditoriali, produttive e di servizio
    Scarica il file in formato .Pdf (31 kb) .Rtf (51 kb)
Servizi on-line
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits