produzioni naturali per acquisti verdi in Liguria
Acquisti verdi

Gli "acquisti verdi" nelle pubbliche amministrazioni, chiamati anche GPP (green public procurement), promuovono e rappresentano un approccio che tenga in considerazione gli aspetti di sostenibilità nell'acquisizione di beni e servizi.

Regione Liguria, ormai da anni in prima fila nella promozione di politiche di sostenibilità ambientale con particolare attenzione verso quelle promosse dagli enti locali, ha intrapreso numerose azioni in merito al tema GPP.
Dal punto di vista normativo, con la legge 31 del 13 agosto 2007 "Organizzazione della Regione per la trasparenza e la qualità degli appalti e delle concessioni", la Regione richiede l'adozione di un Piano triennale per lo sviluppo degli acquisti verdi ai comuni con più di 2000 abitanti (art.20) e introduce i criteri ambientali nei contratti pubblici (art.21).

Ad oggi risultano 49 i piani adottati da Comuni ed Enti Parco liguri che tengono conto degli obiettivi qualitativi e quantitativi enunciati dal Piano nazionale sugli acquisti verdi (decreto ministeriale 11 aprile 2008 aggiornato con decreto ministariale aprile 2013) e dai riferimenti normativi esistenti (decreto ministeriale 203/2003 e decreto legislativo 163/2006):
  • razionalizzazione della spesa
  • integrazione delle considerazioni ambientali nelle altre politiche dell'ente
  • riduzione dell'uso di sostanze pericolose
  • riduzione quantitativa dei rifiuti prodotti
  • fabbisogno annuale di manufatti e beni con una quota di prodotti ottenuti da materiale riciclato nella misura non inferiore al 30% del fabbisogno medesimo

Inoltre, sia per orientare le scelte d'acquisto interne all'ente regionale sia per supportare tutte le amministrazioni prima è stata approvata la delibera di giunta regionale n.672/2011 "Promozione del Green Public Procurement - GPP - Acquisti Verdi nelle Pubbliche Amministrazioni. Introduzione di criteri di sostenibilità ambientale nelle procedure di acquisto di beni, servizi e forniture dell'Amministrazione Regionale allargata (legge regionale n.31/07 - decreto ministeriale n.203/03)". Successivamente la Giunta regionale ha approvato con la delibera n.787/2012 il "il modello regionale per il Piano triennale degli Acquisti Verdi" che si rivolge a tutte le amministrazioni pubbliche liguri. Attraverso questo piano ogni Ente è in grado di adottare un impegno strutturato per la realizzazione degli acquisti verdi. Vengono infatti individuate le categorie di beni e servizi, i relativi criteri ambientali e un sistema di monitoraggio in grado di aiutare tutte le amministrazioni nella realizzazione degli obiettivi ambientali e di spesa. Le due delibere sigillano la collaborazione tra Il Dipartimento Ambiente e quello delle Risorse Strumentali, Finanziarie e Controlli per la pianificazione degli acquisti in coerenza con i criteri minimi ambientali pubblicati dal Ministero dell'Ambiente.

A fianco di tale azione legislativa Regione Liguria, riconoscendo la necessità di aumentare la comunicazione per sensibilizzare l'ente pubblico nel suo complesso, nell'ambito del progetto LIFE+ GPPinfoNET, ha attivato ufficialmente la Rete regionale degli acquisti verdi, che sta dando ottimi risultati con oltre 100 enti aderenti.
Con il progetto GPPinfoNET sono state attivate numerose iniziative informative, formative e di supporto tecnico rivolte agli enti locali e al settore pubblico allargato.
Le azioni previste da GPPinfoNET agiscono in sinergia con quelle di un altro progetto LIFE+, PROMISE che mira al coinvolgimento di tutti gli attori del mercato (produttori, distributori, consumatori e pubbliche amministrazioni) e che vede Regione Liguria nel ruolo di capofila. L'obiettivo è la riduzione degli impatti ambientali dei prodotti di largo consumo attraverso la promozione di una produzione e di un consumo sostenibile.

logo gpp2020

Regione Liguria ha aderito in qualità di partner associato al progetto GPP2020 che mira a diffondere in Europa gli acquisti a bassa intensità di carbonio per contribuire al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalla Commissione Europea per il 2020: ridurre del 20% le emissioni di gas serra, aumentare del 20% l'utilizzo di energia da fonti rinnovabili, aumentare del 20% l'efficienza energetica.

produzioni naturali per acquisti verdi in Liguria
Acquisti verdi

Gli "acquisti verdi" nelle pubbliche amministrazioni, chiamati anche GPP (green public procurement), promuovono e rappresentano un approccio che tenga in considerazione gli aspetti di sostenibilità nell'acquisizione di beni e servizi.

Regione Liguria, ormai da anni in prima fila nella promozione di politiche di sostenibilità ambientale con particolare attenzione verso quelle promosse dagli enti locali, ha intrapreso numerose azioni in merito al tema GPP.
Dal punto di vista normativo, con la legge 31 del 13 agosto 2007 "Organizzazione della Regione per la trasparenza e la qualità degli appalti e delle concessioni", la Regione richiede l'adozione di un Piano triennale per lo sviluppo degli acquisti verdi ai comuni con più di 2000 abitanti (art.20) e introduce i criteri ambientali nei contratti pubblici (art.21).

Ad oggi risultano 49 i piani adottati da Comuni ed Enti Parco liguri che tengono conto degli obiettivi qualitativi e quantitativi enunciati dal Piano nazionale sugli acquisti verdi (decreto ministeriale 11 aprile 2008 aggiornato con decreto ministariale aprile 2013) e dai riferimenti normativi esistenti (decreto ministeriale 203/2003 e decreto legislativo 163/2006):
  • razionalizzazione della spesa
  • integrazione delle considerazioni ambientali nelle altre politiche dell'ente
  • riduzione dell'uso di sostanze pericolose
  • riduzione quantitativa dei rifiuti prodotti
  • fabbisogno annuale di manufatti e beni con una quota di prodotti ottenuti da materiale riciclato nella misura non inferiore al 30% del fabbisogno medesimo

Inoltre, sia per orientare le scelte d'acquisto interne all'ente regionale sia per supportare tutte le amministrazioni prima è stata approvata la delibera di giunta regionale n.672/2011 "Promozione del Green Public Procurement - GPP - Acquisti Verdi nelle Pubbliche Amministrazioni. Introduzione di criteri di sostenibilità ambientale nelle procedure di acquisto di beni, servizi e forniture dell'Amministrazione Regionale allargata (legge regionale n.31/07 - decreto ministeriale n.203/03)". Successivamente la Giunta regionale ha approvato con la delibera n.787/2012 il "il modello regionale per il Piano triennale degli Acquisti Verdi" che si rivolge a tutte le amministrazioni pubbliche liguri. Attraverso questo piano ogni Ente è in grado di adottare un impegno strutturato per la realizzazione degli acquisti verdi. Vengono infatti individuate le categorie di beni e servizi, i relativi criteri ambientali e un sistema di monitoraggio in grado di aiutare tutte le amministrazioni nella realizzazione degli obiettivi ambientali e di spesa. Le due delibere sigillano la collaborazione tra Il Dipartimento Ambiente e quello delle Risorse Strumentali, Finanziarie e Controlli per la pianificazione degli acquisti in coerenza con i criteri minimi ambientali pubblicati dal Ministero dell'Ambiente.

A fianco di tale azione legislativa Regione Liguria, riconoscendo la necessità di aumentare la comunicazione per sensibilizzare l'ente pubblico nel suo complesso, nell'ambito del progetto LIFE+ GPPinfoNET, ha attivato ufficialmente la Rete regionale degli acquisti verdi, che sta dando ottimi risultati con oltre 100 enti aderenti.
Con il progetto GPPinfoNET sono state attivate numerose iniziative informative, formative e di supporto tecnico rivolte agli enti locali e al settore pubblico allargato.
Le azioni previste da GPPinfoNET agiscono in sinergia con quelle di un altro progetto LIFE+, PROMISE che mira al coinvolgimento di tutti gli attori del mercato (produttori, distributori, consumatori e pubbliche amministrazioni) e che vede Regione Liguria nel ruolo di capofila. L'obiettivo è la riduzione degli impatti ambientali dei prodotti di largo consumo attraverso la promozione di una produzione e di un consumo sostenibile.

logo gpp2020

Regione Liguria ha aderito in qualità di partner associato al progetto GPP2020 che mira a diffondere in Europa gli acquisti a bassa intensità di carbonio per contribuire al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalla Commissione Europea per il 2020: ridurre del 20% le emissioni di gas serra, aumentare del 20% l'utilizzo di energia da fonti rinnovabili, aumentare del 20% l'efficienza energetica.

Allegati
  • Modello di Piano d'Azione per gli Acquisti Verdi per gli Enti pubblici della Regione Liguria - triennio 2012-2013-2014 (approvato con dgr n.787 del 29 giugno 2012)
    aggiornato al 30 luglio 2012
    Attenzione: per i successivi aggiornamenti dei Criteri Minimi Ambientali si faccia riferimento alla pagina dedicata al GPP del sito del Ministero dell'Ambiente
    Scarica il file in formato .Pdf (527 kb)
Contatti    -    Assessorato
Servizi on-line
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits