produzioni naturali per acquisti verdi in Liguria
Acquisti verdi

Gli "acquisti verdi" della Pubblica Amministrazione, chiamati anche GPP (Green Public Procurement), sono finalizzati ad applicare e mettere in atto le strategie e i criteri di sviluppo di sostenibilità ambientale. Acquistare verde, significa acquistare un bene e/o un servizio, tenendo conto dell'impatto ambientale che un determinato prodotto può avere nel corso del suo ciclo di vita, dall'estrazione della materia prima, allo smaltimento del rifiuto.

La recente normativa nazionale sugli appalti pubblici (d.lgs 50/2016, modificato con d.lgs. 56/2017) introduce importanti novità in materia di acquisti verdi per le Pubbliche Amministrazioni, e prevede l'inserimento obbligatorio, nelle procedure di acquisto di beni e servizi di qualunque importo, ed in particolare nella documentazione progettuale e di gara, delle specifiche tecniche e delle clausole contrattuali contenute nei criteri ambientali minimi (CAM), adottati con Decreto dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), sul valore totale posto a base d¿asta.

Regione Liguria ha, da tempo, sviluppato una politica degli Acquisti Verdi e le attività svolte dal 2007 al 2012, hanno valso nel 2012 il conferimento del premio sulla migliore politica di GPP realizzata, da parte del Comitato tecnico scientifico del Forum nazionale Compraverde.

Nel 2007 partecipa al progetto LIFE07 INF/IT/000410 GPPinfoNET e attiva la rete Regionale, ad adesione volontaria, per le Pubbliche Amministrazioni e gli Enti Locali interessati allo sviluppo del tema "Acquisti Verdi".
Nel 2008, come Autorità capofila del progetto LIFE08 INF/IT/000312 PROMISE "Production Main Impact Sustainability through Ecoinnovation", Regione Liguria continua l'attività di promozione della rete regionale, attravesro studi e modelli di piano atti sviluppare il mercato verde in Liguria attraverso il coinvolgimento degli Enti Locali e delle imprese.
Nel 2011, con la delibera DGR n.672, Regione Liguria adotta una politica di sostegno al GPP nelle procedure di acquisto di beni e servizi, con l'obiettivo di raggiungere, entro il 2011/2012, un sistema di acquisti rispondente a criteri verdi pari al 50% del fabbisogno regionale. Contestualmente avvia iniziative di diffusione della certificazione ambientale di processo e dei marchi prodotto presso le imprese liguri, in collaborazione con le Associazioni di categoria.
Nel 2012 con la D.G.R. n.787 del 29 giugno 2012, si individuano alcuni obiettivi da perseguire nel triennio 2012-2014:

  • promozione nelle proprie scelte di acquisto di tecnologie ecologicamente compatibili;
  • diffusione di sistemi di produzione a ridotto impatto ambientale e sistemi pubblici di etichettatura ecologica dei prodotti (es. Regolamento CE n. 66/2010);
  • inserimento nei criteri di aggiudicazione dei bandi di gara (per un 50% del fabbisogno regionale) di elementi ambientali che comportino un vantaggio economico, tenendo conto dei costi sostenuti lungo l'intero ciclo di utilizzo del prodotto/servizio;
  • redazione del "Modello di Piano d¿Azione per gli Acquisti Verdi della Regione Liguria per il triennio 2012 - 2013 - 2014" (elaborato nell'ambito del progetto LIFE PROMISE), per l'individuazione dei prodotti e dei servizi sui quali applicare i criteri verdi da inserire nelle procedure di aggiudicazione in forma centralizzata.

In tal modo la Regione Liguria ha mirato ad attuare una politica integrata di consumo sostenibile e di un corretto utilizzo dei criteri ecologici nelle procedure pubbliche di affidamento dei contratti, in attuazione del PAN GPP (Piano di azione nazionale per il Green Public Procurement) approvato con Decreto Interministeriale 11 aprile 2008.

In seguito, nel 2015, avvalendosi di Liguria Ricerche S.p.A., Regione Liguria realizza nell'ambito della Rete Cartesio ( www.retecartesio.it) un'indagine sullo stato dell'arte dell'applicazione del GPP nelle regioni italiane, studio che mette in luce le principali criticità sul tema.

Nel 2017, alla luce della nuova normativa sugli appalti pubblici (obbligo dei Criteri Ambientali Minimi - CAM, nelle procedure di acquisto di beni e servizi delle P.A.) è stato istituito un Gruppo di Lavoro Regionale (Decreto del Segretario Generale n.7 del 20/7/2017) con il fine di redigere il "Piano regionale degli acquisti verdi" e favorirne l'attuazione garantendone il monitoraggio dei risultati. Il gruppo di lavoro, coordinato dal Dipartimento Territorio, Ambiente, Infrastrutture e Trasporti - Vice-Direzione Ambiente, competente in materia di GPP e sviluppo sostenibile, comprende rappresentanti del Settore Affari Generali, avente funzioni in materia di acquisti diretti e di SUAR, del Dipartimento Sviluppo Economico, e tutte le centrali di committenza regionali.

Il "Piano di azione triennale per gli acquisti verdi 2017-2019 di Regione Liguria"
è stato approvato dalla Giunta Regionale con deliberazione n°964 del 24 /11/2017
(il piano è consultabile al menu "servizi on line" alla voce "progetti").

produzioni naturali per acquisti verdi in Liguria
Acquisti verdi

Gli "acquisti verdi" della Pubblica Amministrazione, chiamati anche GPP (Green Public Procurement), sono finalizzati ad applicare e mettere in atto le strategie e i criteri di sviluppo di sostenibilità ambientale. Acquistare verde, significa acquistare un bene e/o un servizio, tenendo conto dell'impatto ambientale che un determinato prodotto può avere nel corso del suo ciclo di vita, dall'estrazione della materia prima, allo smaltimento del rifiuto.

La recente normativa nazionale sugli appalti pubblici (d.lgs 50/2016, modificato con d.lgs. 56/2017) introduce importanti novità in materia di acquisti verdi per le Pubbliche Amministrazioni, e prevede l'inserimento obbligatorio, nelle procedure di acquisto di beni e servizi di qualunque importo, ed in particolare nella documentazione progettuale e di gara, delle specifiche tecniche e delle clausole contrattuali contenute nei criteri ambientali minimi (CAM), adottati con Decreto dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), sul valore totale posto a base d¿asta.

Regione Liguria ha, da tempo, sviluppato una politica degli Acquisti Verdi e le attività svolte dal 2007 al 2012, hanno valso nel 2012 il conferimento del premio sulla migliore politica di GPP realizzata, da parte del Comitato tecnico scientifico del Forum nazionale Compraverde.

Nel 2007 partecipa al progetto LIFE07 INF/IT/000410 GPPinfoNET e attiva la rete Regionale, ad adesione volontaria, per le Pubbliche Amministrazioni e gli Enti Locali interessati allo sviluppo del tema "Acquisti Verdi".
Nel 2008, come Autorità capofila del progetto LIFE08 INF/IT/000312 PROMISE "Production Main Impact Sustainability through Ecoinnovation", Regione Liguria continua l'attività di promozione della rete regionale, attravesro studi e modelli di piano atti sviluppare il mercato verde in Liguria attraverso il coinvolgimento degli Enti Locali e delle imprese.
Nel 2011, con la delibera DGR n.672, Regione Liguria adotta una politica di sostegno al GPP nelle procedure di acquisto di beni e servizi, con l'obiettivo di raggiungere, entro il 2011/2012, un sistema di acquisti rispondente a criteri verdi pari al 50% del fabbisogno regionale. Contestualmente avvia iniziative di diffusione della certificazione ambientale di processo e dei marchi prodotto presso le imprese liguri, in collaborazione con le Associazioni di categoria.
Nel 2012 con la D.G.R. n.787 del 29 giugno 2012, si individuano alcuni obiettivi da perseguire nel triennio 2012-2014:

  • promozione nelle proprie scelte di acquisto di tecnologie ecologicamente compatibili;
  • diffusione di sistemi di produzione a ridotto impatto ambientale e sistemi pubblici di etichettatura ecologica dei prodotti (es. Regolamento CE n. 66/2010);
  • inserimento nei criteri di aggiudicazione dei bandi di gara (per un 50% del fabbisogno regionale) di elementi ambientali che comportino un vantaggio economico, tenendo conto dei costi sostenuti lungo l'intero ciclo di utilizzo del prodotto/servizio;
  • redazione del "Modello di Piano d¿Azione per gli Acquisti Verdi della Regione Liguria per il triennio 2012 - 2013 - 2014" (elaborato nell'ambito del progetto LIFE PROMISE), per l'individuazione dei prodotti e dei servizi sui quali applicare i criteri verdi da inserire nelle procedure di aggiudicazione in forma centralizzata.

In tal modo la Regione Liguria ha mirato ad attuare una politica integrata di consumo sostenibile e di un corretto utilizzo dei criteri ecologici nelle procedure pubbliche di affidamento dei contratti, in attuazione del PAN GPP (Piano di azione nazionale per il Green Public Procurement) approvato con Decreto Interministeriale 11 aprile 2008.

In seguito, nel 2015, avvalendosi di Liguria Ricerche S.p.A., Regione Liguria realizza nell'ambito della Rete Cartesio ( www.retecartesio.it) un'indagine sullo stato dell'arte dell'applicazione del GPP nelle regioni italiane, studio che mette in luce le principali criticità sul tema.

Nel 2017, alla luce della nuova normativa sugli appalti pubblici (obbligo dei Criteri Ambientali Minimi - CAM, nelle procedure di acquisto di beni e servizi delle P.A.) è stato istituito un Gruppo di Lavoro Regionale (Decreto del Segretario Generale n.7 del 20/7/2017) con il fine di redigere il "Piano regionale degli acquisti verdi" e favorirne l'attuazione garantendone il monitoraggio dei risultati. Il gruppo di lavoro, coordinato dal Dipartimento Territorio, Ambiente, Infrastrutture e Trasporti - Vice-Direzione Ambiente, competente in materia di GPP e sviluppo sostenibile, comprende rappresentanti del Settore Affari Generali, avente funzioni in materia di acquisti diretti e di SUAR, del Dipartimento Sviluppo Economico, e tutte le centrali di committenza regionali.

Il "Piano di azione triennale per gli acquisti verdi 2017-2019 di Regione Liguria"
è stato approvato dalla Giunta Regionale con deliberazione n°964 del 24 /11/2017
(il piano è consultabile al menu "servizi on line" alla voce "progetti").

Allegati
  • Piano di azione triennale per gli acquisti verdi 2017-2020
    Scarica il file in formato .Pdf (1384 kb)
  • Sistema di centralizzazione degli acquisti
    Scarica il file in formato .Pdf (407 kb)
  • Modello di Piano d'Azione per gli Acquisti Verdi per gli Enti pubblici della Regione Liguria - triennio 2012-2013-2014 (approvato con dgr n.787 del 29 giugno 2012)
    aggiornato al 30 luglio 2012
    Attenzione: per i successivi aggiornamenti dei Criteri Minimi Ambientali si faccia riferimento alla pagina dedicata al GPP del sito del Ministero dell'Ambiente
    Scarica il file in formato .Pdf (527 kb)
Contatti    -    Assessorato
Servizi on-line
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits