Dati statistici
Aggiornamento 2016

I risultati della raccolta differenziata nei comuni liguri derivano da un'operazione di riorganizzazione dei flussi informativi in materia di gestione rifiuti che la Regione, insieme alle Province e ad Arpal, ha avviato e sviluppato durante il 2007.

Ogni anno Regione accerta i risultati di raccolta differenziata raggiunti dai Comuni della Liguria, anche ai fini di verificare l'applicabilità dell'addizionale al tributo per il conferimento dei rifiuti in discarica, prevista dal comma 3 dell'articolo 5 della legge regionale n.23/2007.
L'attività di accertamento si è sviluppata, sulla base del controllo e validazione dei dati caricati dai comuni sul nuovo applicativo sovraregionale "O.R.So" da parte dell'Osservatorio regionale sui rifiuti, seguendo le modalità procedurali di cui alla dgr n.1457/2014, come previsto dalla dgr n.151 del 24 febbraio 2017 ancora per l'anno 2017.

Dal 2017, come previsto dalla legge regionale n.20/2015 vengono accertati anche i risultati di riciclaggio conseguiti dai comuni liguri, al fine di verificare il raggiungimento, a decorrere dall'ultimo quadrimestre 2016, degli obiettivi minimi definiti, per l'anno 2016 (45%, che per il solo Comune di Genova scende al 40%).

I dati evidenziano una percentuale complessiva della raccolta differenziata 2016 sul territorio pari al 43,19%, in crescita rispetto al 38,63% del 2015 e al 35,90 % del 2014.
La Provincia che ha avuto la migliore performance è risultata la Provincia della Spezia, arrivata al 53,66% di raccolta differenziata (con un incremento di oltre il 40%). Segue Savona con il 49,43%. La provincia con la più bassa percentuale di raccolta differenziata risulta ancora la Provincia di Imperia, che tuttavia registra un incremento di 3,2 punti percentuali rispetto al 2015, mentre la peggiore performance in termini di incremento è stata quella della Città Metropolitana di Genova (che passa dal 38,65 al 39,49%), che paga in particolare i non positivi risultati del Comune di Genova, che è sceso al 32,89% dal 34,57% del 2015.

Escludendo i dati del comune di Genova il resto della Regione si assesterebbe ad una percentuale di raccolta differenziata del 48,5%.
Sono ora 63 (contro i 32 del 2015 e i 16 del 2014) i Comuni che hanno raggiunto e superato la percentuale del 65% di raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Tra questi sono 5 i comuni, tutti in Provincia di Savona che superano addirittura l'80% di raccolta differenziata: Giusvalla (leader con l'83,60%), Giustenice, Cosseria, Cairo Montenotte e Garlenda. Sestri Levante rimane ancora l'unico fra i comuni con popolazione superiore a 15.000 ad aver raggiunto il 65%. Il massimo incremento rispetto al 2015 è stato quello del comune di Ortonovo, che è passato dal 20 ad oltre il 73,5% nel giro di 12 mesi.
In larghissima parte i risultati dei comuni sopra riportati, come anche di numerosi altri che hanno notevolmente migliorato le proprie performances sono dovuti al passaggio alle modalità di raccolta porta a porta.
Sono invece 43 i Comuni con un tasso di produzione pro capite molto basso, inferiore del 30% rispetto alla media regionale di 540 kg per abitante e, pertanto, non si vedranno applicare l'addizionale del 20% sull'ecotassa sui conferimenti in discarica dei rifiuti residui. Tra questi comuni virtuosi, che producono pochi rifiuti, spiccano Boissano (218 kg/anno per abitante), Tovo San Giacomo, Borghetto di Vara, Murialdo, Villa Faraldi, Ortovero, Piana Crixia, Montalto Ligure, Vendone, Giustenice, Lorsica, Calice Ligure, Rialto, Altare, Magliolo, Dego e Giusvalla, tutti sotto i 300 kg/anno per abitante.

Per quanto riguarda infine la novità, con l'accertamento dei risultati di riciclaggio conseguiti dai comuni liguri, al fine di verificare il raggiungimento degli obiettivi definiti da Regione con legge regionale n.20/2015, si è evidenziato come negli ultimi mesi del 2016 moltissimi comuni abbiano potenziato gli sforzi, andando a raggiungere e superare i target minimi.
Sono 72 i Comuni "in regola" per tutte le frazioni merceologiche (Carta/Cartone, Legno, Metallo, Frazione organica, Plastica, Vetro) che non dovranno quindi versare alcun contributo alla Regione per i quantitativi mancanti al raggiungimento della quota minima prevista. Molti comuni sono comunque arrivati ampiamente sopra agli obiettivi minimi per quasi tutte le frazioni, con addizionali che si prevedono di scarsa significatività. Come previsto le maggiori difficoltà si sono evidenziate in merito alla raccolta dell'organico, mentre alcuni ritardi si sono evidenziati anche nella raccolta del metallo e del legno. Ottimi invece i riscontri avuti su frazioni quali vetro e carta.

Qui di seguito sono scaricabili le delibere di accertamento delle percentuali di raccolta differenziata a livello comunale.
È inoltre scaricabile la tabella riepilogativa dei rifiuti divisi per tipologia e per provincia dal 2002 al 2005. Gli anni dal 2006 in avanti sono consultabili dalla "banca dati" rifiuti nella box di destra dei servizi on-line.

Dati statistici
Aggiornamento 2016

I risultati della raccolta differenziata nei comuni liguri derivano da un'operazione di riorganizzazione dei flussi informativi in materia di gestione rifiuti che la Regione, insieme alle Province e ad Arpal, ha avviato e sviluppato durante il 2007.

Ogni anno Regione accerta i risultati di raccolta differenziata raggiunti dai Comuni della Liguria, anche ai fini di verificare l'applicabilità dell'addizionale al tributo per il conferimento dei rifiuti in discarica, prevista dal comma 3 dell'articolo 5 della legge regionale n.23/2007.
L'attività di accertamento si è sviluppata, sulla base del controllo e validazione dei dati caricati dai comuni sul nuovo applicativo sovraregionale "O.R.So" da parte dell'Osservatorio regionale sui rifiuti, seguendo le modalità procedurali di cui alla dgr n.1457/2014, come previsto dalla dgr n.151 del 24 febbraio 2017 ancora per l'anno 2017.

Dal 2017, come previsto dalla legge regionale n.20/2015 vengono accertati anche i risultati di riciclaggio conseguiti dai comuni liguri, al fine di verificare il raggiungimento, a decorrere dall'ultimo quadrimestre 2016, degli obiettivi minimi definiti, per l'anno 2016 (45%, che per il solo Comune di Genova scende al 40%).

I dati evidenziano una percentuale complessiva della raccolta differenziata 2016 sul territorio pari al 43,19%, in crescita rispetto al 38,63% del 2015 e al 35,90 % del 2014.
La Provincia che ha avuto la migliore performance è risultata la Provincia della Spezia, arrivata al 53,66% di raccolta differenziata (con un incremento di oltre il 40%). Segue Savona con il 49,43%. La provincia con la più bassa percentuale di raccolta differenziata risulta ancora la Provincia di Imperia, che tuttavia registra un incremento di 3,2 punti percentuali rispetto al 2015, mentre la peggiore performance in termini di incremento è stata quella della Città Metropolitana di Genova (che passa dal 38,65 al 39,49%), che paga in particolare i non positivi risultati del Comune di Genova, che è sceso al 32,89% dal 34,57% del 2015.

Escludendo i dati del comune di Genova il resto della Regione si assesterebbe ad una percentuale di raccolta differenziata del 48,5%.
Sono ora 63 (contro i 32 del 2015 e i 16 del 2014) i Comuni che hanno raggiunto e superato la percentuale del 65% di raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Tra questi sono 5 i comuni, tutti in Provincia di Savona che superano addirittura l'80% di raccolta differenziata: Giusvalla (leader con l'83,60%), Giustenice, Cosseria, Cairo Montenotte e Garlenda. Sestri Levante rimane ancora l'unico fra i comuni con popolazione superiore a 15.000 ad aver raggiunto il 65%. Il massimo incremento rispetto al 2015 è stato quello del comune di Ortonovo, che è passato dal 20 ad oltre il 73,5% nel giro di 12 mesi.
In larghissima parte i risultati dei comuni sopra riportati, come anche di numerosi altri che hanno notevolmente migliorato le proprie performances sono dovuti al passaggio alle modalità di raccolta porta a porta.
Sono invece 43 i Comuni con un tasso di produzione pro capite molto basso, inferiore del 30% rispetto alla media regionale di 540 kg per abitante e, pertanto, non si vedranno applicare l'addizionale del 20% sull'ecotassa sui conferimenti in discarica dei rifiuti residui. Tra questi comuni virtuosi, che producono pochi rifiuti, spiccano Boissano (218 kg/anno per abitante), Tovo San Giacomo, Borghetto di Vara, Murialdo, Villa Faraldi, Ortovero, Piana Crixia, Montalto Ligure, Vendone, Giustenice, Lorsica, Calice Ligure, Rialto, Altare, Magliolo, Dego e Giusvalla, tutti sotto i 300 kg/anno per abitante.

Per quanto riguarda infine la novità, con l'accertamento dei risultati di riciclaggio conseguiti dai comuni liguri, al fine di verificare il raggiungimento degli obiettivi definiti da Regione con legge regionale n.20/2015, si è evidenziato come negli ultimi mesi del 2016 moltissimi comuni abbiano potenziato gli sforzi, andando a raggiungere e superare i target minimi.
Sono 72 i Comuni "in regola" per tutte le frazioni merceologiche (Carta/Cartone, Legno, Metallo, Frazione organica, Plastica, Vetro) che non dovranno quindi versare alcun contributo alla Regione per i quantitativi mancanti al raggiungimento della quota minima prevista. Molti comuni sono comunque arrivati ampiamente sopra agli obiettivi minimi per quasi tutte le frazioni, con addizionali che si prevedono di scarsa significatività. Come previsto le maggiori difficoltà si sono evidenziate in merito alla raccolta dell'organico, mentre alcuni ritardi si sono evidenziati anche nella raccolta del metallo e del legno. Ottimi invece i riscontri avuti su frazioni quali vetro e carta.

Qui di seguito sono scaricabili le delibere di accertamento delle percentuali di raccolta differenziata a livello comunale.
È inoltre scaricabile la tabella riepilogativa dei rifiuti divisi per tipologia e per provincia dal 2002 al 2005. Gli anni dal 2006 in avanti sono consultabili dalla "banca dati" rifiuti nella box di destra dei servizi on-line.

Allegati
  • Censimento rifiuti urbani

    Accertamento dei risultati di raccolta differenziata e di riciclaggio dei rifiuti urbani raggiunti nell'ANNO 2016 dai Comuni della Liguria

    Scarica il file in formato .Pdf (226 kb)
  • Accertamento dei risultati di raccolta differenziata dei rifiuti urbani raggiunti nell'anno 2015 dai Comuni della Liguria
    Scarica il file in formato .Pdf (240 kb)
  • Accertamento dei risultati di raccolta differenziata dei rifiuti urbani raggiunti nell'anno 2014 dai Comuni della Liguria
    Scarica il file in formato .Pdf (84 kb)
  • Contributi premiali ai Comuni per i risultati di raccolta differenziata dei rifiuti urbani raggiunti nell'anno 2014, di cui all'art. 205 del d.lgs. n.152/06. Impegno euro 135.000 (dd n.2488 del 31 agosto 2015)
    Scarica il file in formato .Pdf (37 kb)
  • Accertamento dei risultati di raccolta differenziata dei rifiuti urbani raggiunti nell'anno 2013 dai Comuni della Liguria
    Scarica il file in formato .Pdf (92 kb)
  • Contributi premiali ai Comuni per i risultati di raccolta differenziata dei rifiuti urbani raggiunti nell'anno 2013, di cui all'art. 205 del d.lgs. n.152/06. Impegno euro 200.000 (dgr n.972 del 1 agosto 2014)
    Scarica il file in formato .Pdf (30 kb)
  • Accertamento dei risultati di raccolta differenziata raggiunti nell'anno 2012 dai Comuni della Liguria
    Scarica il file in formato .Pdf (159 kb)
  • Contributi premiali ai Comuni per risultati raccolta differenziata 2012 di cui all'art.205 d.lgs. 152/06, e incentivi per significativi risultati di raccolta differenziata o nella gestione dei rifiuti urbani. Impegno euro 600.000
    Scarica il file in formato .Pdf (43 kb)
  • Accertamento dei risultati di raccolta differenziata raggiunti nell'anno 2011 dai Comuni della Liguria (dgr n.788 del 29 giugno 2012)
    Scarica il file in formato .Pdf (130 kb)
  • Contributi premiali ai Comuni per risultati raccolta differenziata 2011 di cui all'art.205 d.lgs. 152/06, e per significativi risultati di raccolta differenziata o nella gestione dei rifiuti urbani. Impegno e liquidazione euro 800.000 (dgr n.1142 del 28 settembre 2012)
    Scarica il file in formato .Pdf (43 kb)
  • Accertamento dei risultati di raccolta differenziata raggiunti nell'anno 2010 dai comuni della Liguria (dgr n.741 del 28 giugno 2011)
    Scarica il file in formato .Pdf (80 kb)
  • Contributi premiali ai Comuni per risultati raccolta differenziata 2010 di cui all'art.205 d.lgs. 152/06, e per significativi risultati di raccolta differenziata o nella gestione dei rifiuti urbani. Impegno e liquidazione euro 500.000 (dgr n.1238 del 14 ottobre 2011)
    Scarica il file in formato .Pdf (55 kb)
  • Accertamento dei risultati di raccolta differenziata raggiunti nell'anno 2009 dai comuni liguri (dgr n.751 del 25 giugno 2010 integrata con Decreto del Direttore n.237 del 19 luglio 2010)
    Scarica il file in formato .Pdf (84 kb)
  • Contributi premiali ai Comuni per risultati raccolta differenziata 2009 di cui all'art.205 d.lgs. 152/06, e per significativi risultati di raccolta differenziata o nella gestione dei rifiuti urbani. Impegno e liquidazione euro 600.000 (dgr n.892 del 30 luglio 2010)
    Scarica il file in formato .Pdf (48 kb)
  • Rettifica formato tabelle dell'allegato A alla dgr n.751 del 25 giugno 2010 (Decreto Direttore n.237 del 19 luglio 2010)
    Scarica il file in formato .Pdf (14 kb)
  • Accertamento dei risultati di raccolta differenziata raggiunti nell'anno 2008 dai comuni liguri (dgr n.876 del 26 giugno 2009)
    Scarica il file in formato .Pdf (77 kb)
  • Contributi premiali ai Comuni per risultati raccolta differenziata 2008 di cui all'art. 205 d.lgs. 152/06 e per significativi risultati raccolta differenziata o gestione rifiuti urbani. Impegno e liquidazione euro 520.000,00 (dgr n.1277 del 25 settembre 2009)
    Scarica il file in formato .Pdf (54 kb)
  • Accertamento dei risultati di raccolta differenziata raggiunti nell'anno 2007 dai comuni liguri (dgr n.738 del 27 giugno 2008)
    Scarica il file in formato .Pdf (185 kb)
  • Dati anni 2002-2005
    Scarica il file in formato .Zip (12 kb)
Contatti    -    Assessorato
Servizi on-line
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits