Terre e rocce da scavo

Con l'entrata in vigore del decreto legge n.9/2013 convertito in legge n.98 del 9 agosto 2013, la disciplina nazionale in materia di terre e rocce da scavo è stata integrata (a completamento del quadro normativo contenuto nel Regolamento approvato con decreto ministeriale n.161/2012).
Tali disposizioni, che fanno seguito ad una lunga evoluzione normativa in materia, costituiscono una disciplina speciale che prevede requisiti e condizioni per l'utilizzo dei materiali derivanti dalla realizzazione di opere quali sottoprodotti esclusi dalla normativa sui rifiuti.

La Regione Liguria ha aggiornato le proprie linee guida alla disciplina nazionale con la approvazione della dgr n.1423 del 15 novembre 2013 "Aggiornamento indirizzi operativi per la applicazione del regolamento Terre e rocce di scavo. D.M. 161/2012 e D.l. 69/2013", che contiene in allegato la modulistica da utilizzare per la gestione delle terre e rocce di scavo ai sensi del d.l. n.69/2013.

Per le informazioni sulle zone suscettibili di contenere minerali di amianto occorre consultare la mappatura delle "pietre verdi".

La banca dati "terre e rocce da scavo" contiene le principali informazioni relative al bilancio delle terre da scavo per i progetti sottoposti recentemente a Valutazione d'impatto ambientale e altre opere segnalate da amministrazioni locali o progettisti, è consultabile dal menu di destra dei servizi on-line, alla voce banche dati / rifiuti: terre e rocce da scavo.

Terre e rocce da scavo

Con l'entrata in vigore del decreto legge n.9/2013 convertito in legge n.98 del 9 agosto 2013, la disciplina nazionale in materia di terre e rocce da scavo è stata integrata (a completamento del quadro normativo contenuto nel Regolamento approvato con decreto ministeriale n.161/2012).
Tali disposizioni, che fanno seguito ad una lunga evoluzione normativa in materia, costituiscono una disciplina speciale che prevede requisiti e condizioni per l'utilizzo dei materiali derivanti dalla realizzazione di opere quali sottoprodotti esclusi dalla normativa sui rifiuti.

La Regione Liguria ha aggiornato le proprie linee guida alla disciplina nazionale con la approvazione della dgr n.1423 del 15 novembre 2013 "Aggiornamento indirizzi operativi per la applicazione del regolamento Terre e rocce di scavo. D.M. 161/2012 e D.l. 69/2013", che contiene in allegato la modulistica da utilizzare per la gestione delle terre e rocce di scavo ai sensi del d.l. n.69/2013.

Per le informazioni sulle zone suscettibili di contenere minerali di amianto occorre consultare la mappatura delle "pietre verdi".

La banca dati "terre e rocce da scavo" contiene le principali informazioni relative al bilancio delle terre da scavo per i progetti sottoposti recentemente a Valutazione d'impatto ambientale e altre opere segnalate da amministrazioni locali o progettisti, è consultabile dal menu di destra dei servizi on-line, alla voce banche dati / rifiuti: terre e rocce da scavo.

Allegati
  • Indirizzi operativi per la gestione delle terre e rocce da scavo (allegati alla dgr n.1423/2013)
    Scarica il file in formato .Pdf (155 kb) .Rtf (158 kb)
Servizi on-line
attività di recupero
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits