valutazione ambientale strategica opere liguria
Valutazione ambientale strategica (VAS)

La valutazione ambientale (VAS) di piani e programmi è stata introdotta a livello europeo con la direttiva 2001/42/CE, che sancisce la necessità di integrare i principi della salvaguardia e tutela ambientale nella pianificazione e programmazione.

La VAS interessa piani e programmi settoriali, territoriali e urbanistici e implica l'attivazione di un processo che, accompagnando le fasi di ideazione e costruzione di uno strumento di pianificazione, obbliga a tener conto delle conseguenze ambientali delle previsioni di trasformazione.
Il processo di valutazione ambientale parte dall'analisi dello stato dell'ambiente e delle risorse per procedere all'identificazione delle criticità e delle potenzialità del contesto, che dovrebbero essere affrontate e gestite da una pianificazione effettivamente volta alla sostenibilità dello sviluppo, al benessere e alla qualità della vita delle persone. Il processo implica la partecipazione a livello strategico delle autorità competenti in materia di ambiente, la costruzione di scenari alternativi, l'informazione del pubblico, l'assunzione di responsabilità degli amministratori competenti che, chiamati a gestire le risorse e il territorio, possano scegliere l'alternativa di sviluppo maggiormente sostenibile.

A livello nazionale il decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 di riordino, coordinamento e integrazione delle disposizioni legislative in campo ambientale, ha recepito anche la Direttiva 2001/42/CE. Tale dispositivo è stato successivamente modificato prima con il decreto legislativo n. 4 del 16 gennaio 2008 Ulteriori disposizioni correttive ed integrative del Dlgs 3 aprile 2006, n. 152 e successivamente con il decreto legislativo n. 128 del 29 giugno 2010 Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, a norma dell'articolo 12 della legge 18 giugno 2009, n. 69.

La legge regionale n.32 del 10 agosto 2012, pubblicata sul BURL n.15 del 16 agosto 2012, non riforma l'apparato normativo di governo del territorio, ma si occupa specificamente dello strumento VAS, richiamando nei vari articoli i procedimenti per l'elaborazione di piani e di programmi territoriali, urbanistici e di settore in modo tale da consentirne l'integrazione con i principi della salvaguardia e tutela ambientale. Il testo è fedele al dettato del decreto legislativo n.152/2006, ma acquisisce l'esperienza fin qui sviluppata nell'applicazione diretta della norma nazionale, introducendo alcuni affinamenti che ne consentiranno una più efficace applicazione.
La lr n.32/2012 è consultabile alla voce "riferimenti normativi specifici" della box di destra dei servizi on-line.

L'autorità competente di riferimento per la valutazione è individuata a livello regionale e le funzioni sono svolte dal Dipartimento Ambiente, attraverso il Coordinamento tecnico del settore che si occupa di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA). La delega alle province è prevista solo per i piani e le varianti che non comportano l'espressione di un parere regionale. A supporto consultivo dell'Autorità Competente la norma istituisce una sezione del Comitato tecnico regionale per il territorio (CTRT) specificamente competente in materia di VAS.

Relativamente all'informazione delle popolazioni interessate, fase pubblica, il proponente nell'ambito delle procedure di VAS è tenuto alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Liguria di un avviso sintetico dell'avvenuta trasmissione della documentazione all'autorità competente. Si ricorda che il riferimento per il Bollettino Ufficiale della Regione Liguria è abbonati@regione.liguria.it.

A seguito dell'entrata in vigore del Regolamento n.5/2012 "Regolamento spese istruttorie" dall'8 novembre 2012 è previsto il pagamento degli oneri istruttori per l'avvio delle procedure di VIA e di VAS. Il regolamento fissa le tariffe per le spese istruttorie per i procedimenti di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) e di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) - per le istanze presentate da privati - ai sensi dell'art.33 comma 2 del D.Lgs. 152/2006 (Norme in materia ambientale).

Puoi scaricare i modelli di riferimento per l'elaborazione del Rapporto Ambientale e Rapporto Preliminare e le istruzioni pratiche e la modulistica per l'attivazione delle procedure di VAS e Verifica di Assoggettabilità, completa delle istruzioni relative al pagamento degli oneri descritti e dei contenuti minimi dell'avviso sul Burl.
E', inoltre, possibile scaricare le linee guida relative alla redazione degli studi geologici a corredo dei Piani Urbanistici Comunali che, per le caratteristiche e le criticità del territorio ligure, rivestono una rilevanza basilare sia nel più ampio contesto delle tematiche ambientali sia nella corretta definizione delle previsioni urbanistiche.

valutazione ambientale strategica opere liguria
Valutazione ambientale strategica (VAS)

La valutazione ambientale (VAS) di piani e programmi è stata introdotta a livello europeo con la direttiva 2001/42/CE, che sancisce la necessità di integrare i principi della salvaguardia e tutela ambientale nella pianificazione e programmazione.

La VAS interessa piani e programmi settoriali, territoriali e urbanistici e implica l'attivazione di un processo che, accompagnando le fasi di ideazione e costruzione di uno strumento di pianificazione, obbliga a tener conto delle conseguenze ambientali delle previsioni di trasformazione.
Il processo di valutazione ambientale parte dall'analisi dello stato dell'ambiente e delle risorse per procedere all'identificazione delle criticità e delle potenzialità del contesto, che dovrebbero essere affrontate e gestite da una pianificazione effettivamente volta alla sostenibilità dello sviluppo, al benessere e alla qualità della vita delle persone. Il processo implica la partecipazione a livello strategico delle autorità competenti in materia di ambiente, la costruzione di scenari alternativi, l'informazione del pubblico, l'assunzione di responsabilità degli amministratori competenti che, chiamati a gestire le risorse e il territorio, possano scegliere l'alternativa di sviluppo maggiormente sostenibile.

A livello nazionale il decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 di riordino, coordinamento e integrazione delle disposizioni legislative in campo ambientale, ha recepito anche la Direttiva 2001/42/CE. Tale dispositivo è stato successivamente modificato prima con il decreto legislativo n. 4 del 16 gennaio 2008 Ulteriori disposizioni correttive ed integrative del Dlgs 3 aprile 2006, n. 152 e successivamente con il decreto legislativo n. 128 del 29 giugno 2010 Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, a norma dell'articolo 12 della legge 18 giugno 2009, n. 69.

La legge regionale n.32 del 10 agosto 2012, pubblicata sul BURL n.15 del 16 agosto 2012, non riforma l'apparato normativo di governo del territorio, ma si occupa specificamente dello strumento VAS, richiamando nei vari articoli i procedimenti per l'elaborazione di piani e di programmi territoriali, urbanistici e di settore in modo tale da consentirne l'integrazione con i principi della salvaguardia e tutela ambientale. Il testo è fedele al dettato del decreto legislativo n.152/2006, ma acquisisce l'esperienza fin qui sviluppata nell'applicazione diretta della norma nazionale, introducendo alcuni affinamenti che ne consentiranno una più efficace applicazione.
La lr n.32/2012 è consultabile alla voce "riferimenti normativi specifici" della box di destra dei servizi on-line.

L'autorità competente di riferimento per la valutazione è individuata a livello regionale e le funzioni sono svolte dal Dipartimento Ambiente, attraverso il Coordinamento tecnico del settore che si occupa di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA). La delega alle province è prevista solo per i piani e le varianti che non comportano l'espressione di un parere regionale. A supporto consultivo dell'Autorità Competente la norma istituisce una sezione del Comitato tecnico regionale per il territorio (CTRT) specificamente competente in materia di VAS.

Relativamente all'informazione delle popolazioni interessate, fase pubblica, il proponente nell'ambito delle procedure di VAS è tenuto alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Liguria di un avviso sintetico dell'avvenuta trasmissione della documentazione all'autorità competente. Si ricorda che il riferimento per il Bollettino Ufficiale della Regione Liguria è abbonati@regione.liguria.it.

A seguito dell'entrata in vigore del Regolamento n.5/2012 "Regolamento spese istruttorie" dall'8 novembre 2012 è previsto il pagamento degli oneri istruttori per l'avvio delle procedure di VIA e di VAS. Il regolamento fissa le tariffe per le spese istruttorie per i procedimenti di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) e di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) - per le istanze presentate da privati - ai sensi dell'art.33 comma 2 del D.Lgs. 152/2006 (Norme in materia ambientale).

Puoi scaricare i modelli di riferimento per l'elaborazione del Rapporto Ambientale e Rapporto Preliminare e le istruzioni pratiche e la modulistica per l'attivazione delle procedure di VAS e Verifica di Assoggettabilità, completa delle istruzioni relative al pagamento degli oneri descritti e dei contenuti minimi dell'avviso sul Burl.
E', inoltre, possibile scaricare le linee guida relative alla redazione degli studi geologici a corredo dei Piani Urbanistici Comunali che, per le caratteristiche e le criticità del territorio ligure, rivestono una rilevanza basilare sia nel più ampio contesto delle tematiche ambientali sia nella corretta definizione delle previsioni urbanistiche.

Approfondimenti
Allegati
  • Contenuti Rapporto ambientale e Rapporto preliminare
  • Modello di riferimento per l'elaborazione del Rapporto Ambientale
    Scarica il file in formato .Pdf (82 kb)
  • Modello di riferimento per l'elaborazione del Rapporto Preliminare finalizzato alla fase di consultazione/scoping
    Scarica il file in formato .Pdf (40 kb)
  • Modello di riferimento per l'elaborazione del rapporto preliminare per lo svolgimento della Verifica di Assoggettabilità
    Scarica il file in formato .Pdf (48 kb)
  • Istruzioni e modulistica per l'attivazione
  • Indicazioni per l'attivazione dei procedimenti di Scoping - Verifica di assoggettabilità - Vas
    Scarica il file in formato .Pdf (14 kb)
  • Facsimile attivazione VAS, Verifiche e Consultazione-Scoping
    Scarica il file in formato .Pdf (10 kb) .Rtf (17 kb)
  • Indicazioni applicative per la lr n.32/2012 - estratto dalla dgr n.223 del 28 febbraio 2014
  • Definizione del campo di applicazione della verifica di assoggettabilità (art. 13, l.r. n. 32/2012)
    Scarica il file in formato .Pdf (26 kb)
  • Ripartizione delle competenze tra Regione e Provincia
    Scarica il file in formato .Pdf (15 kb)
  • Linee guida per l'elaborazione degli studi geologici a supporto degli strumenti urbanistici comunali (Art. 7 c. 3 lettera c) L.R. 36/1997) - Allegato alla dgr n.1745 del 27 dicembre 2013
    Scarica il file in formato .Pdf (402 kb)
Servizi on-line
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione