Monitoraggio della biodiversità in Liguria

Il monitoraggio delle specie e degli habitat di interesse comunitario è uno degli obblighi previsti dalla direttiva Habitat. Il monitoraggio consente di verificare se le politiche di conservazione messe in atto sono sufficienti a garantire gli obiettivi di tutela previsti dalla direttiva e di intraprendere le eventuali misure correttive.
In Liguria i monitoraggi di elementi importanti della biodiversità su scala regionale, tralasciando quindi studi limitati ad aree particolari, sono iniziati nel 2007 e hanno interessato alcuni tra i gruppi di specie più importanti e significativi per la biodiversità.
Il monitoraggio regionale sulla presenza del lupo è iniziato nel 2007 con l¿approvazione del Progetto Lupo. Il lupo è specie particolarmente protetta dalla Legge nazionale e specie prioritaria della Direttiva Habitat. La finalità del progetto non è solo quella del semplice monitoraggio, ma anche quella più ampia della gestione della sua presenza nel territorio regionale, attivando iniziative di informazione, comunicazione, soluzione dei conflitti e attività di prevenzione per ridurre il rischio di predazioni di bestiame.

Nel 2008 ha avuto inizio il monitoraggio dell'avifauna, finanziato dalla Regione Liguria, proseguito, dal 2010, grazie al finanziamento con fondi POR-FESR, per un periodo di altri tre anni, e alla fine del triennio, vista l'importanza dell'avifauna dal punto di vista naturalistico e della biodiversità, e quale indicatore per il PSR, attraverso il Farmland Bird Index (FBI), è stato finanziato un ulteriore anno di monitoraggio, concluso a fine 2013.

Nel biennio 2009-2010 si è svolto un primo ciclo di monitoraggio regionale dei Chirotteri, finanziato dalla Regione Liguria; dopo una sospensione di più di due anni è stato riavviato un secondo ciclo biennale, finanziato con fondi POR-FESR, che si concluderà nel 2015. I Chirotteri costituiscono un gruppo molto importante per la biodiversità, per le loro caratteristiche biologiche ed ecologiche e per la loro sensibilità alle variazioni ambientali. Per tali motivi sono specie protette dalla normativa.
Dal 2009 è stato avviato il monitoraggio di diverse specie di fauna minore, in gran parte rettili ed anfibi, di grande importanza per la biodiversità, finanziato dalla Regione. Il monitoraggio per il triennio 2012-2014 si è svolto con un finanziamento POR-FESR.

Monitoraggio della biodiversità in Liguria

Il monitoraggio delle specie e degli habitat di interesse comunitario è uno degli obblighi previsti dalla direttiva Habitat. Il monitoraggio consente di verificare se le politiche di conservazione messe in atto sono sufficienti a garantire gli obiettivi di tutela previsti dalla direttiva e di intraprendere le eventuali misure correttive.
In Liguria i monitoraggi di elementi importanti della biodiversità su scala regionale, tralasciando quindi studi limitati ad aree particolari, sono iniziati nel 2007 e hanno interessato alcuni tra i gruppi di specie più importanti e significativi per la biodiversità.
Il monitoraggio regionale sulla presenza del lupo è iniziato nel 2007 con l¿approvazione del Progetto Lupo. Il lupo è specie particolarmente protetta dalla Legge nazionale e specie prioritaria della Direttiva Habitat. La finalità del progetto non è solo quella del semplice monitoraggio, ma anche quella più ampia della gestione della sua presenza nel territorio regionale, attivando iniziative di informazione, comunicazione, soluzione dei conflitti e attività di prevenzione per ridurre il rischio di predazioni di bestiame.

Nel 2008 ha avuto inizio il monitoraggio dell'avifauna, finanziato dalla Regione Liguria, proseguito, dal 2010, grazie al finanziamento con fondi POR-FESR, per un periodo di altri tre anni, e alla fine del triennio, vista l'importanza dell'avifauna dal punto di vista naturalistico e della biodiversità, e quale indicatore per il PSR, attraverso il Farmland Bird Index (FBI), è stato finanziato un ulteriore anno di monitoraggio, concluso a fine 2013.

Nel biennio 2009-2010 si è svolto un primo ciclo di monitoraggio regionale dei Chirotteri, finanziato dalla Regione Liguria; dopo una sospensione di più di due anni è stato riavviato un secondo ciclo biennale, finanziato con fondi POR-FESR, che si concluderà nel 2015. I Chirotteri costituiscono un gruppo molto importante per la biodiversità, per le loro caratteristiche biologiche ed ecologiche e per la loro sensibilità alle variazioni ambientali. Per tali motivi sono specie protette dalla normativa.
Dal 2009 è stato avviato il monitoraggio di diverse specie di fauna minore, in gran parte rettili ed anfibi, di grande importanza per la biodiversità, finanziato dalla Regione. Il monitoraggio per il triennio 2012-2014 si è svolto con un finanziamento POR-FESR.

Contatti    -    Assessorato
Servizi on-line
monitoraggio biodiversità
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits