Pulizia dei fondali

All'iniziativa di "Mare pulito" la Regione ha affiancato, giÓ da alcuni anni, quella di "Fondali puliti", un progetto realizzato sotto il coordinamento dell'Osservatorio ligure pesca e ambiente che coinvolge le marinerie e gli operatori subacquei liguri.

L'operazione Fondali puliti prevede:
  • il recupero, la catalogazione e lo smaltimento dei rifiuti raccolti durante le attivitÓ di pesca a strascico professionistica.
    Quasi tutte le marinerie liguri aderiscono ogni anno all'iniziativa: questa attivitÓ permette, da un lato, un'azione concreta e significativa di pulizia dei fondali a profonditÓ difficilmente raggiungibili dagli operatori subacquei (superiore a 50 metri) e dall'altro, attraverso una procedura standardizzata di raccolta dei dati, fornisce un'interessante banca dati georiferita sulla distribuzione territoriale dei rifiuti nel mar Ligure
  • la pulizia dei bassi fondali (entro i 30 metri di profonditÓ) attraverso operatori subacquei in siti di particolare interesse.
    Questa attivitÓ, che giÓ coinvolge diving e pescatori locali, dal 2010 viene svolta nell'ambito del progetto comunitario GIONHA (Governance and Integrated Observation of marine Natural Habitat) e si avvale della collaborazione dell'UniversitÓ di Genova: i ricercatori del Dipartimento per lo Studio del territorio e sue risorse (Dipteris) studiano giÓ da molti anni gli effetti estremamente dannosi che certi tipi di rifiuti, quali ad esempio gli attrezzi da pesca abbandonati, causano su alcuni habitat particolarmente sensibili e importanti per la biodiversitÓ, come le foreste di gorgonie. Con questo contributo Ŕ possibile individuare i siti dove Ŕ pi¨ importante e urgente l'intervento e definire protocolli operativi per ottimizzare l'attivitÓ. Un video realizzato nel 2010 (visionabile dalla box servizi on-line alla voce pubblicazioni e video) illustra le attivitÓ di pulizia dei fondali di Punta Manara dalle reti da pesca abbandonate.
Pulizia dei fondali

All'iniziativa di "Mare pulito" la Regione ha affiancato, giÓ da alcuni anni, quella di "Fondali puliti", un progetto realizzato sotto il coordinamento dell'Osservatorio ligure pesca e ambiente che coinvolge le marinerie e gli operatori subacquei liguri.

L'operazione Fondali puliti prevede:
  • il recupero, la catalogazione e lo smaltimento dei rifiuti raccolti durante le attivitÓ di pesca a strascico professionistica.
    Quasi tutte le marinerie liguri aderiscono ogni anno all'iniziativa: questa attivitÓ permette, da un lato, un'azione concreta e significativa di pulizia dei fondali a profonditÓ difficilmente raggiungibili dagli operatori subacquei (superiore a 50 metri) e dall'altro, attraverso una procedura standardizzata di raccolta dei dati, fornisce un'interessante banca dati georiferita sulla distribuzione territoriale dei rifiuti nel mar Ligure
  • la pulizia dei bassi fondali (entro i 30 metri di profonditÓ) attraverso operatori subacquei in siti di particolare interesse.
    Questa attivitÓ, che giÓ coinvolge diving e pescatori locali, dal 2010 viene svolta nell'ambito del progetto comunitario GIONHA (Governance and Integrated Observation of marine Natural Habitat) e si avvale della collaborazione dell'UniversitÓ di Genova: i ricercatori del Dipartimento per lo Studio del territorio e sue risorse (Dipteris) studiano giÓ da molti anni gli effetti estremamente dannosi che certi tipi di rifiuti, quali ad esempio gli attrezzi da pesca abbandonati, causano su alcuni habitat particolarmente sensibili e importanti per la biodiversitÓ, come le foreste di gorgonie. Con questo contributo Ŕ possibile individuare i siti dove Ŕ pi¨ importante e urgente l'intervento e definire protocolli operativi per ottimizzare l'attivitÓ. Un video realizzato nel 2010 (visionabile dalla box servizi on-line alla voce pubblicazioni e video) illustra le attivitÓ di pulizia dei fondali di Punta Manara dalle reti da pesca abbandonate.
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits