I popolamenti dei fondali liguri e la loro mappatura

La conoscenza dei popolamenti presenti sui fondali marini è indispensabile per una corretta pianificazione e regolamentazione delle attività che avvengono sulla costa.
Nel 1995 la pubblicazione da parte dell'Enea (Ente per le nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente) dell'Atlante delle fanerogame marine della Liguria ha fornito il primo importante strumento a livello regionale utilizzabile a questo scopo: si tratta della prima mappatura completa dei "boschi sottomarini" liguri, dense formazioni vegetali costituite dalla posidonia e dalla cymodocea, particolari piante marine importantissime per l'ecosistema costiero.
La scala di dettaglio e la tipologia delle informazioni (limitata a queste particolari formazioni vegetali) risultavano, però, ancora insufficienti per gli scopi pianificatori di un territorio particolare come quello ligure e per la verifica della sostenibilità ambientale dei progetti a livello preliminare.

Per questo motivo, a partire dal 1999 il Settore Ecosistema costiero e l'Ufficio Parchi e aree protette, con la collaborazione dei Settori Valutazione impatto ambientale e Sistemi informatici, hanno lavorato al progetto di una nuova cartografia, estesa all'intero territorio ligure tra la linea di costa e la profondità dei 50 metri, che comprendesse tutti i principali habitat marino-costieri, perimetrati ad una scala di maggiore dettaglio. Per la sua realizzazione sono state utilizzate e integrate tra di loro, per mezzo di strumenti di cartografia computerizzata, diverse fonti di informazione:

  • fotografie aeree della costa
  • rilievi con sofisticati sonar in grado di fornire ecografie dei fondali
  • tutti gli studi locali provenienti dagli studi di impatto ambientale, dai monitoraggi regionali e dalla bibliografia scientifica.

Nel dicembre 2006 è stato pubblicato l'Atlante degli habitat marini della Liguria, costituito da 83 tavole a colori in scala 1:10.000 (maggiori informazioni alla sezione pubblicazioni della box servizi on-line). Nel 2009, con delibera di Giunta regionale n.1444 del 2009, la cartografia dell'Atlante è stata aggiornata. Grazie al continuo progredire delle conoscenze nel 2020 è stato pubblicato il Nuovo Atlante degli habitat marini della Liguria che sostituisce le versioni precedenti. Il Nuovo Atlante è stato approvato con d.g.r. n. 141 del 28 febbraio 2020 "L.R. 28/2009. Approvazione aggiornamento cartografia habitat marini ex d.g.r. 1444/2009" ed è costituito da 89 tavole cartografiche a colori stampate su carta in scala 1:10.000 (maggiori informazioni alla sezione pubblicazioni della box servizi on-line) e una cartografia interattiva in formato Gis e WebGis. Tra le altre novità rispetto alle versioni precedenti, questa nuova cartografia descrive in maniera più completa e precisa la presenza del Coralligeno, habitat di grande importanza per la biodiversità marina, e nel fare questo si estende a maggiori profondità rispetto a prima, raggiungendo localmente la profondità di 100 m.
La cartografia è consultabile dal repertorio cartografico nella box servizi.

Nell'ambito delle azioni di tutela della biodiversità marina la Regione Liguria ha messo a disposizione la propria cartografia degli habitat marini per lo sviluppo di una specifica applicazione dedicata ai diportisti: DONIA.

DONIA è un'applicazione di mappatura del fondo del mare per smartphone e tablet. È dedicata ai diportisti, subacquei, pescatori e a tutti gli amanti del mare che desiderano usufruire di mappe precise, arricchite di dati sulla vita marina e da altre informazioni in tempo reale.
DONIA lavora per preservare l'ambiente fornendo mappe naturalistiche estremamente accurate che consentono ai diportisti del Mediterraneo di ancorarsi al di fuori della prateria di Posidonia oceanica.

I popolamenti dei fondali liguri e la loro mappatura

La conoscenza dei popolamenti presenti sui fondali marini è indispensabile per una corretta pianificazione e regolamentazione delle attività che avvengono sulla costa.
Nel 1995 la pubblicazione da parte dell'Enea (Ente per le nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente) dell'Atlante delle fanerogame marine della Liguria ha fornito il primo importante strumento a livello regionale utilizzabile a questo scopo: si tratta della prima mappatura completa dei "boschi sottomarini" liguri, dense formazioni vegetali costituite dalla posidonia e dalla cymodocea, particolari piante marine importantissime per l'ecosistema costiero.
La scala di dettaglio e la tipologia delle informazioni (limitata a queste particolari formazioni vegetali) risultavano, però, ancora insufficienti per gli scopi pianificatori di un territorio particolare come quello ligure e per la verifica della sostenibilità ambientale dei progetti a livello preliminare.

Per questo motivo, a partire dal 1999 il Settore Ecosistema costiero e l'Ufficio Parchi e aree protette, con la collaborazione dei Settori Valutazione impatto ambientale e Sistemi informatici, hanno lavorato al progetto di una nuova cartografia, estesa all'intero territorio ligure tra la linea di costa e la profondità dei 50 metri, che comprendesse tutti i principali habitat marino-costieri, perimetrati ad una scala di maggiore dettaglio. Per la sua realizzazione sono state utilizzate e integrate tra di loro, per mezzo di strumenti di cartografia computerizzata, diverse fonti di informazione:

  • fotografie aeree della costa
  • rilievi con sofisticati sonar in grado di fornire ecografie dei fondali
  • tutti gli studi locali provenienti dagli studi di impatto ambientale, dai monitoraggi regionali e dalla bibliografia scientifica.

Nel dicembre 2006 è stato pubblicato l'Atlante degli habitat marini della Liguria, costituito da 83 tavole a colori in scala 1:10.000 (maggiori informazioni alla sezione pubblicazioni della box servizi on-line). Nel 2009, con delibera di Giunta regionale n.1444 del 2009, la cartografia dell'Atlante è stata aggiornata. Grazie al continuo progredire delle conoscenze nel 2020 è stato pubblicato il Nuovo Atlante degli habitat marini della Liguria che sostituisce le versioni precedenti. Il Nuovo Atlante è stato approvato con d.g.r. n. 141 del 28 febbraio 2020 "L.R. 28/2009. Approvazione aggiornamento cartografia habitat marini ex d.g.r. 1444/2009" ed è costituito da 89 tavole cartografiche a colori stampate su carta in scala 1:10.000 (maggiori informazioni alla sezione pubblicazioni della box servizi on-line) e una cartografia interattiva in formato Gis e WebGis. Tra le altre novità rispetto alle versioni precedenti, questa nuova cartografia descrive in maniera più completa e precisa la presenza del Coralligeno, habitat di grande importanza per la biodiversità marina, e nel fare questo si estende a maggiori profondità rispetto a prima, raggiungendo localmente la profondità di 100 m.
La cartografia è consultabile dal repertorio cartografico nella box servizi.

Nell'ambito delle azioni di tutela della biodiversità marina la Regione Liguria ha messo a disposizione la propria cartografia degli habitat marini per lo sviluppo di una specifica applicazione dedicata ai diportisti: DONIA.

DONIA è un'applicazione di mappatura del fondo del mare per smartphone e tablet. È dedicata ai diportisti, subacquei, pescatori e a tutti gli amanti del mare che desiderano usufruire di mappe precise, arricchite di dati sulla vita marina e da altre informazioni in tempo reale.
DONIA lavora per preservare l'ambiente fornendo mappe naturalistiche estremamente accurate che consentono ai diportisti del Mediterraneo di ancorarsi al di fuori della prateria di Posidonia oceanica.

Contatti    -    Assessorato
Servizi on-line
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits