Rete di monitoraggio per la qualità dell'aria

In Liguria sono operanti, fin dai primi anni '90, stazioni di monitoraggio della qualità dell'aria organizzate in quattro principali reti fisse relative alle quattro province liguri. Al fine di adeguare il sistema di monitoraggio sia dal punto di vista gestionale che strumentale, è stata approvata la legge regionale n. 12 del 06 giugno 2017 che, in attuazione di quanto stabilito dalla normativa nazionale, stabilisce in capo alla Regione la competenza alla valutazione della qualità dell'aria ed affida ad ARPAL la gestione e controllo della rete di misura e dei modelli di valutazione. La legge stabilisce anche le procedure di riordino per il trasferimento di risorse che decorre dal 1° Luglio 2017 e la norma finanziaria per gli oneri derivanti dall'applicazione della legge.

I dati del monitoraggio regionale della qualità dell'aria possono essere prelevati e consultati alla voce banche dati dei servizi on-line.

In queste pagine può essere prelevato il programma di valutazione per la qualità dell'aria, predisposto in applicazione della normativa nazionale da Regione con il supporto di Arpal, tenuto conto dei formati stabiliti con provvedimento nazionale. Il programma di valutazione è il documento di riferimento per impostare la valutazione della qualità dell'aria e per l'adeguamento strumentale della rete di misura. Le attività di valutazione sono individuate, con riferimento a ciascuna zona del territorio regionale e inquinante, sulla base della classificazione delle zone adottata con deliberazione di giunta regionale n. 44 del 24 gennaio 2014. Il programma di valutazione necessita di alcune modifiche in seguito al processo di riorganizzazione in corso e all'aggiornamento della classificazione delle zone approvata con dgr n.536 del 10 giugno 2016.

Rete di monitoraggio per la qualità dell'aria

In Liguria sono operanti, fin dai primi anni '90, stazioni di monitoraggio della qualità dell'aria organizzate in quattro principali reti fisse relative alle quattro province liguri. Al fine di adeguare il sistema di monitoraggio sia dal punto di vista gestionale che strumentale, è stata approvata la legge regionale n. 12 del 06 giugno 2017 che, in attuazione di quanto stabilito dalla normativa nazionale, stabilisce in capo alla Regione la competenza alla valutazione della qualità dell'aria ed affida ad ARPAL la gestione e controllo della rete di misura e dei modelli di valutazione. La legge stabilisce anche le procedure di riordino per il trasferimento di risorse che decorre dal 1° Luglio 2017 e la norma finanziaria per gli oneri derivanti dall'applicazione della legge.

I dati del monitoraggio regionale della qualità dell'aria possono essere prelevati e consultati alla voce banche dati dei servizi on-line.

In queste pagine può essere prelevato il programma di valutazione per la qualità dell'aria, predisposto in applicazione della normativa nazionale da Regione con il supporto di Arpal, tenuto conto dei formati stabiliti con provvedimento nazionale. Il programma di valutazione è il documento di riferimento per impostare la valutazione della qualità dell'aria e per l'adeguamento strumentale della rete di misura. Le attività di valutazione sono individuate, con riferimento a ciascuna zona del territorio regionale e inquinante, sulla base della classificazione delle zone adottata con deliberazione di giunta regionale n. 44 del 24 gennaio 2014. Il programma di valutazione necessita di alcune modifiche in seguito al processo di riorganizzazione in corso e all'aggiornamento della classificazione delle zone approvata con dgr n.536 del 10 giugno 2016.

Allegati
  • Programma di valutazione della qualità dell'aria e progetto di adeguamento della rete di misura della qualità dell'aria della Regione Liguria
    (allegato alla dgr n.1613/2014)
    Scarica il file in formato .Pdf (4149 kb)
Servizi on-line
rete di monitoraggio per la qualità dell'aria
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits