Rete di monitoraggio per la qualità dell'aria

In Liguria sono operanti, fin dai primi anni '90, stazioni di monitoraggio della qualità dell'aria organizzate in quattro principali reti fisse relative alle quattro province liguri.
Alla voce banche dati dei servizi on-line è possibile consultare e prelevare i dati del monitoraggio regionale della qualità dell'aria.

In queste pagine può essere prelevato il programma di valutazione per la qualità dell'aria predisposto da Regione, con il supporto di Arpal, sentite le Province, in applicazione dell'art. 5 comma 6 del D.lgs. n.155/2010 recante "attuazione della direttiva 2008/50/Ce relativa alla qualità dell'aria e per un'aria più pulita in Europa". Il programma è stato predisposto tenuto conto dei criteri contenuti nel D.lgs. n.155/2010, dei formati definiti con decreto del Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare del 22 febbraio 2013 e della zonizzazione e classificazione delle zone adottata dalla Regione con dgr n.44 del 24 gennaio 2014. Il programma di valutazione necessita di alcune modifiche alla luce dell'aggiornamento della classificazione delle zone approvata con dgr n.536 del 10 giugno 2016.

Nell'ambito del programma sono stati definiti i punti di misura della rete fissa e le caratteristiche dei punti di misura con riferimento a ciascun inquinante, effettuando una rivalutazione della rete esistente.
L'attuazione del programma di valutazione determinerà l'adeguamento di stazioni esistenti e la collocazione di alcune stazioni nuove ai sensi della norma. Il programma di valutazione, è stato valutato positivamente dal Ministero dell'Ambiente e costituisce pertanto il riferimento per la valutazione annuale della qualità dell'aria.

Con riferimento alla gestione della rete, è necessario dare attuazione a quanto previsto all'art. 5 comma 7 del D.lgs. n.155/2010 che prevede la gestione o quanto meno controllo unitario delle stazioni e dei dati.
Per favorire una gestione omogenea della rete di monitoraggio su tutto il territorio regionale, come indicato anche dal Piano regionale, già la legge regionale n.20/2006 prevedeva una riorganizzazione del sistema di monitoraggio affidando all'Agenzia per l'ambiente della Liguria (Arpal) il compito di gestire e mantenere la rete di monitoraggio attraverso le risorse fornite da Regione e Province. Sono state poste sotto la gestione di Arpal, sulla base di accordi, la rete della Provincia di Savona e di la Spezia.

Rete di monitoraggio per la qualità dell'aria

In Liguria sono operanti, fin dai primi anni '90, stazioni di monitoraggio della qualità dell'aria organizzate in quattro principali reti fisse relative alle quattro province liguri.
Alla voce banche dati dei servizi on-line è possibile consultare e prelevare i dati del monitoraggio regionale della qualità dell'aria.

In queste pagine può essere prelevato il programma di valutazione per la qualità dell'aria predisposto da Regione, con il supporto di Arpal, sentite le Province, in applicazione dell'art. 5 comma 6 del D.lgs. n.155/2010 recante "attuazione della direttiva 2008/50/Ce relativa alla qualità dell'aria e per un'aria più pulita in Europa". Il programma è stato predisposto tenuto conto dei criteri contenuti nel D.lgs. n.155/2010, dei formati definiti con decreto del Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare del 22 febbraio 2013 e della zonizzazione e classificazione delle zone adottata dalla Regione con dgr n.44 del 24 gennaio 2014. Il programma di valutazione necessita di alcune modifiche alla luce dell'aggiornamento della classificazione delle zone approvata con dgr n.536 del 10 giugno 2016.

Nell'ambito del programma sono stati definiti i punti di misura della rete fissa e le caratteristiche dei punti di misura con riferimento a ciascun inquinante, effettuando una rivalutazione della rete esistente.
L'attuazione del programma di valutazione determinerà l'adeguamento di stazioni esistenti e la collocazione di alcune stazioni nuove ai sensi della norma. Il programma di valutazione, è stato valutato positivamente dal Ministero dell'Ambiente e costituisce pertanto il riferimento per la valutazione annuale della qualità dell'aria.

Con riferimento alla gestione della rete, è necessario dare attuazione a quanto previsto all'art. 5 comma 7 del D.lgs. n.155/2010 che prevede la gestione o quanto meno controllo unitario delle stazioni e dei dati.
Per favorire una gestione omogenea della rete di monitoraggio su tutto il territorio regionale, come indicato anche dal Piano regionale, già la legge regionale n.20/2006 prevedeva una riorganizzazione del sistema di monitoraggio affidando all'Agenzia per l'ambiente della Liguria (Arpal) il compito di gestire e mantenere la rete di monitoraggio attraverso le risorse fornite da Regione e Province. Sono state poste sotto la gestione di Arpal, sulla base di accordi, la rete della Provincia di Savona e di la Spezia.

Allegati
  • Programma di valutazione della qualità dell'aria e progetto di adeguamento della rete di misura della qualità dell'aria della Regione Liguria
    (allegato alla dgr n.1613/2014)
    Scarica il file in formato .Pdf (4149 kb)
Servizi on-line
rete di monitoraggio per la qualità dell'aria
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits