Veduta di ambiente portuale
Autorizzazioni alle emissioni in atmosfera

Il decreto legislativo n.152 del 3 aprile 2006, entrato in vigore il 29 aprile 2006 e successivamente modificato dal decreto legislativo n.128 del 28 giugno 2010, disciplina nella Parte V Titolo I il rilascio delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti.
L'autorizzazione alle emissioni in atmosfera fa riferimento allo stabilimento e può essere rilasciata dalle autorità competenti in via ordinaria ai sensi dell'art.269 o in via generale ai sensi dell'art. 272 comma 2. I singoli impianti e attività presenti nello stabilimento non possono pertanto essere oggetto di distinte autorizzazioni. Stabilimenti in cui sono presenti esclusivamente categorie di impianti e attività ad emissioni scarsamente rilevanti di cui alla parte I dell'allegato IV alla parte V del D.Lgs. 152/06 sono esentati dall'obbligo di presentare domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera.

Il decreto legislativo n.152/06 prevede che le Regioni debbano procedere ad adottare le autorizzazioni generali per gli stabilimenti nei quali sono presenti esclusivamente gli impianti e le attività elencate alla parte II dell'allegato IV alla parte V del d.lgs. n.152/06 entro cinque anni dalla data di entrata in vigore della stessa e che, in caso di mancata adozione, l'autorizzazione generale è rilasciata dal Ministero dell'Ambiente con apposito decreto.

Anche gli impianti termici civili aventi potenza termica nominale uguale o superiore a 3 MW sono soggetti, ai fini dell'esercizio, all'ottenimento dell'autorizzazione alle emissioni in atmosfera di cui al Titolo I della parte V del d.Lgs 152/06, da conseguirsi con procedura ordinaria ai sensi dell' art. 269 o con procedura semplificata ai sensi dell'art. 272. Per tali impianti, che non erano soggetti ad autorizzazione all'emissione in atmosfera in base alle norme in vigore precedentemente all'emanazione del d.Lgs 152/06, la relativa domanda deve essere presentata, ai sensi dell'articolo 269 o dell'articolo 272, commi 2 e 3, entro il 31 luglio 2012 ed i gestori sono tenuti ad adeguarsi alle disposizioni del Titolo I entro il 1° settembre 2013. Gli impianti termici civili di potenza termica nominale inferiore a 3 MW sono soggetti alle disposizione del Titolo II della parte V del d.Lgs. 152/06.

I gestori degli stabilimenti in cui sono presenti anche impianti e attività da autorizzare in via ordinaria sono tenuti a seguire la procedura ordinaria di cui all'art. 269 del D.lgs. n.152/06 comprensiva di tutti gli impianti dello stabilimento.

La Regione Liguria, ai sensi dell'art. 272 del d.lgs. 152/06 e della legge regionale n.18/99, ha il compito di definire, con deliberazioni di Giunta, la documentazione per accedere al procedimento di autorizzazioni in via generale mediante autocertificazione, che comprende la modulistica per la domanda e i requisiti tecnico-costruttivi e gestionali che tutti gli impianti e attività presenti nello stabilimento devono rispettare. E' comunque facoltà del gestore presentare domanda di autorizzazione in via ordinaria. La Giunta regionale ha fino ad oggi adottato la documentazione per l'accesso alle autorizzazioni generali per diverse categorie di impianti e attività, compresi gli impianti termici civili di potenza termica nominale compresa tra 3 e 10 MW. L'elenco delle categorie è scaricabile in fondo alla pagina.

Le autorità competenti in Liguria al rilascio delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera, individuate dalla Regione, con la l.r. n.18/99 sono:

  • i Comuni: per stabilimenti in cui sono presenti esclusivamente le categorie di impianti e attività per le quali la Regione ha adottato, con deliberazione di Giunta, l'autorizzazione generale, sia nel caso di procedimento in via generale che nel caso di procedimento ordinario;
  • le Province: per tutti gli altri stabilimenti rientrati nel Titolo I della parte V del decreto legislativo n.152 del 3 aprile 2006, compresi quelli con attività individuate nella parte II dell'allegato tre alla parte V del d.lgs. n.152/06, che superano le soglie di solvente stabilite (art.275 emissioni di Composti organici volatili - COV)

Cliccando nelle sottopagine della sezione su "autorizzazioni generali" sono disponibili gli approfondimenti sui procedimenti di autorizzazione in via generale alle emissioni in atmosfera di competenza dei Comuni. Alla voce riferimenti normativi dei servizi on-line è possibile accedere a tutte le deliberazioni attualmente vigenti adottate dalla Giunta Regionale.
Qui di seguito è possibile scaricare l'elenco di attività di cui alla parte I e II dell'allegato IV alla parte V del D.Lgs. 152/06 e l'elenco delle categorie di impianti e attività che possono accedere al procedimento in via generale per la Regione Liguria. Informazioni sui procedimenti di autorizzazione alle emissioni in atmosfera in procedura ordinaria di competenza delle Province possono essere reperite nei siti internet delle stesse.

Veduta di ambiente portuale
Autorizzazioni alle emissioni in atmosfera

Il decreto legislativo n.152 del 3 aprile 2006, entrato in vigore il 29 aprile 2006 e successivamente modificato dal decreto legislativo n.128 del 28 giugno 2010, disciplina nella Parte V Titolo I il rilascio delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera per gli stabilimenti.
L'autorizzazione alle emissioni in atmosfera fa riferimento allo stabilimento e può essere rilasciata dalle autorità competenti in via ordinaria ai sensi dell'art.269 o in via generale ai sensi dell'art. 272 comma 2. I singoli impianti e attività presenti nello stabilimento non possono pertanto essere oggetto di distinte autorizzazioni. Stabilimenti in cui sono presenti esclusivamente categorie di impianti e attività ad emissioni scarsamente rilevanti di cui alla parte I dell'allegato IV alla parte V del D.Lgs. 152/06 sono esentati dall'obbligo di presentare domanda di autorizzazione alle emissioni in atmosfera.

Il decreto legislativo n.152/06 prevede che le Regioni debbano procedere ad adottare le autorizzazioni generali per gli stabilimenti nei quali sono presenti esclusivamente gli impianti e le attività elencate alla parte II dell'allegato IV alla parte V del d.lgs. n.152/06 entro cinque anni dalla data di entrata in vigore della stessa e che, in caso di mancata adozione, l'autorizzazione generale è rilasciata dal Ministero dell'Ambiente con apposito decreto.

Anche gli impianti termici civili aventi potenza termica nominale uguale o superiore a 3 MW sono soggetti, ai fini dell'esercizio, all'ottenimento dell'autorizzazione alle emissioni in atmosfera di cui al Titolo I della parte V del d.Lgs 152/06, da conseguirsi con procedura ordinaria ai sensi dell' art. 269 o con procedura semplificata ai sensi dell'art. 272. Per tali impianti, che non erano soggetti ad autorizzazione all'emissione in atmosfera in base alle norme in vigore precedentemente all'emanazione del d.Lgs 152/06, la relativa domanda deve essere presentata, ai sensi dell'articolo 269 o dell'articolo 272, commi 2 e 3, entro il 31 luglio 2012 ed i gestori sono tenuti ad adeguarsi alle disposizioni del Titolo I entro il 1° settembre 2013. Gli impianti termici civili di potenza termica nominale inferiore a 3 MW sono soggetti alle disposizione del Titolo II della parte V del d.Lgs. 152/06.

I gestori degli stabilimenti in cui sono presenti anche impianti e attività da autorizzare in via ordinaria sono tenuti a seguire la procedura ordinaria di cui all'art. 269 del D.lgs. n.152/06 comprensiva di tutti gli impianti dello stabilimento.

La Regione Liguria, ai sensi dell'art. 272 del d.lgs. 152/06 e della legge regionale n.18/99, ha il compito di definire, con deliberazioni di Giunta, la documentazione per accedere al procedimento di autorizzazioni in via generale mediante autocertificazione, che comprende la modulistica per la domanda e i requisiti tecnico-costruttivi e gestionali che tutti gli impianti e attività presenti nello stabilimento devono rispettare. E' comunque facoltà del gestore presentare domanda di autorizzazione in via ordinaria. La Giunta regionale ha fino ad oggi adottato la documentazione per l'accesso alle autorizzazioni generali per diverse categorie di impianti e attività, compresi gli impianti termici civili di potenza termica nominale compresa tra 3 e 10 MW. L'elenco delle categorie è scaricabile in fondo alla pagina.

Le autorità competenti in Liguria al rilascio delle autorizzazioni alle emissioni in atmosfera, individuate dalla Regione, con la l.r. n.18/99 sono:

  • i Comuni: per stabilimenti in cui sono presenti esclusivamente le categorie di impianti e attività per le quali la Regione ha adottato, con deliberazione di Giunta, l'autorizzazione generale, sia nel caso di procedimento in via generale che nel caso di procedimento ordinario;
  • le Province: per tutti gli altri stabilimenti rientrati nel Titolo I della parte V del decreto legislativo n.152 del 3 aprile 2006, compresi quelli con attività individuate nella parte II dell'allegato tre alla parte V del d.lgs. n.152/06, che superano le soglie di solvente stabilite (art.275 emissioni di Composti organici volatili - COV)

Cliccando nelle sottopagine della sezione su "autorizzazioni generali" sono disponibili gli approfondimenti sui procedimenti di autorizzazione in via generale alle emissioni in atmosfera di competenza dei Comuni. Alla voce riferimenti normativi dei servizi on-line è possibile accedere a tutte le deliberazioni attualmente vigenti adottate dalla Giunta Regionale.
Qui di seguito è possibile scaricare l'elenco di attività di cui alla parte I e II dell'allegato IV alla parte V del D.Lgs. 152/06 e l'elenco delle categorie di impianti e attività che possono accedere al procedimento in via generale per la Regione Liguria. Informazioni sui procedimenti di autorizzazione alle emissioni in atmosfera in procedura ordinaria di competenza delle Province possono essere reperite nei siti internet delle stesse.

Allegati
  • Elenco di attività di cui alla parte I e II dell'allegato IV alla parte V del D.Lgs. 152/06 e successive modificazioni e integrazioni
    Scarica il file in formato .Pdf (28 kb)
  • Elenco delle categorie di impianti e attività per le quali la Regione Liguria ha adottato autorizzazioni generali
    Scarica il file in formato .Pdf (18 kb)
Contatti    -    Assessorato
Servizi on-line
autorizzazioni alle emissioni
copyright 2011 Regione Liguria - p.i. 00849050109 - note legali - numero verde gratuito Urp 800445445
Regione Liguria - piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova - tel. +39 010 54851 - fax +39 010 5488742 - redazione - credits